Sweet, sweet Byblos con Rocca Sveva e Settecento33

Martedì 26 giugno i vini Rocca Sveva e lo spumante Settecento33 sono stati tra i protagonisti di un evento di alta pasticceria molto esclusivo che si è svolto a Verona, a bordo della piscina del Byblos Hotel Villa Amistà, una villa veneta del XVI secolo rivisitata e interpretata per ospitare un elegante hotel di lusso e insieme una mostra permanente di arte contemporanea e design di inestimabile valore.
In questo luogo magico, ricco di storia, arte e glamour che si trova proprio nel cuore della Valpolicella, in una romantica sera d’estate, immersi in un’atmosfera ricercata e suggestiva da fiera d’altri tempi, cinque rinomati pasticcieri hanno presentato le loro creazioni. Ad accompagnare le loro dolci opere d’arte c’erano, tra gli altri vini, il Recioto di Soave Classico firmato Rocca Sveva, raffinata espressione del celebre vino dolce veronese, e lo spumante Lessini Durello Settecento33.

Gli chef e le loro creazioni:

  • Loretta Fanella, miglior Pastry Chef d’Italia: “Profumi d’estate”
  • Lucca Cantarin, medaglia di bronzo ai mondiali di pasticceria: “La Veneziana”
  • Roberto Bonato della Gelateria Zeno uno dei miglior gelatieri d’Italia: “…Gelato Spontaneo …”
  • Antonio Vitale e Sandro Burato di Agugiaro & Figna: “Corona d’estate”
  • Franco Ascari, miglior cioccolatiere d’Italia: “Vellutata di basilico cremoso ispirazione fragola e croccante di yogurt e cocco”
  • Marco Perez & Raffaella Spolsino Pasticciere di Amistà33: “Pesche, Lamponi e latticello”

«Una splendida serata sotto le stelle – commenta Lucca Cantarin, chef medaglia di bronzo ai mondiali di pasticceria – un evento all’insegna della dolcezza ambientato in una cornice incantevole, tra bella gente e ottimi vini! Ho provato ad abbinare la mia creazione, una veneziana al lievito madre con gelato al pistacchio e biscotto cioccolato e sale dolce, con il recioto di Soave Classico Rocca Sveva e il risultato mi ha sorpreso perché si è creata non solo una bella armonia di sapori, ma anche una sensazione in bocca vellutata e carezzevole che mi piace definire quasi soffice. Da provare!»

Loretta Fanella, miglior Pastry Chef d’Italia ha invece apprezzato l’abbinamento della sua creazione con lo spumante Settecento33 per la sfumatura agrumata che si sposava molto bene con i suoi “Profumi d’estate”:  un’incantevole, ricercatissimo mix di profumi sapori e suggestioni.

2018-07-10T22:39:04+00:00 06/07/2018|_Eventi|